Delle competenze

di Franco De Anna

Il contributo affronta la tematica del passaggio del concetto di competenza dall’ambito aziendale all’ambito educativo e formativo (e più specificamente scolastico) mettendo in luce tutte le criticità e le problematiche che tale passaggio comporta. Nel contributo si evidenziano i rischi legati all’adattamento di uno strumento classificatorio/tassonomico ‘adulto’ a contesti dinamici che coinvolgono soggetti (gli studenti) ancora immersi in un processi di crescita e sviluppo. Accanto a queste tematiche si affronta il problema della proceduralizzazione dell’analisi per competenze nel settore educativo. Si sostiene che il trasferimento di concetti, categorie e strumenti da un contesto all’altro, come nel caso del trasferimento del concetto di competenze dal contesto di impresa e di valutazione del personale adulto a quello scolastico, è fecondo se vi si trasferisce un ‘di più’ di pensiero critico e di rigore: nella traduzione da un contesto all’altro vi è sempre uno slittamento di significato. Ma, si sostiene inoltre che ciò implica un supplemento di rigore perché la ‘contaminazione’ sia feconda, altrimenti vi è il rischio che essa sia semplicemente un’imitazione non produttiva.

Franco De Anna, dirigente tecnico e coordinatore del Servizio ispettivo presso l’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche. Si occupa di politiche educa­tive, dirigenza scolastica, valutazione educativa. Tra le sue pubblicazioni: Autonomia scolastica e rendicontazione sociale: dal POF al Bilancio Sociale (Franco Angeli, 2005); Valutare i Dirigenti della Scuola (Spaggiari, 2006).

Lascia un commento

Devi essere collegato per inviare un commento.