Interrogarsi su apprendimento, formazione e lavoro a partire dalla crisi

di Alessandro Ferrucci e Costanza Bettoni

ABSTRACT:  Il contributo analizza l’impatto della crisi sul rapporto tra domanda e offerta di competenze in Europa e in Italia. L’inasprimento del fenomeno di overeducation è un tratto comune che emerge dagli studi CEDEFOP, EXCELSIOR e UNIONCAMERE. Il contesto italiano è caratterizzato tuttavia da una consistente domanda insoddisfatta di qualifiche inferiori rispetto alla laurea. Il contributo analizza dunque il ruolo delle Regioni nel favorire lo sviluppo e il miglioramento del sistema di formazione professionale in particolare nel segmento iniziale. Gli studi ISFOL indicano risultati incoraggianti sul fronte dell’occupabilità. Tuttavia, se l’architettura del sistema appare ormai messa a punto, sul piano dell’implementazione si riscontrano invece differenze di rilievo tra l’offerta proveniente dalle scuole e quelle che è messa in campo dalle agenzie formative. Questo aspetto mostra che una maggiore cooperazione tra questi due sistemi si pone come condizione di successo per lo sviluppo di politiche capaci di avvicinare educazione, formazione e lavoro.

Alessandro Ferrucci, direttore di Tecnostruttura delle Regioni per il FSE. È stato coordinatore dei dipartimenti Politiche Economiche e del Lavoro e Forma­zione e Lavoro della Regione Toscana. Ha coordinato le Regioni per le ma­terie della formazione, del lavoro e del FSE e ha coperto il ruolo di direttore dell’Assessorato alla Scuola, Formazione e Lavoro della Regione Lazio.

Costanza Bettoni, dirigente del Settore Istruzione e Formazione professionale di Tecnostruttura delle Regioni per il FSE. Negli anni ha collaborato con la Sapienza Università di Roma, dove ha conseguito un dottorato di ricerca in Pedagogia sperimentale con un focus specifico sul tema dell’economia dell’educazione.

Lascia un commento

Devi essere collegato per inviare un commento.