La valutazione della ricerca in Italia

di Alberto Baccini

Abstract: L’Italia sta adottando con notevole ritardo su altri paesi europei un sistema di valutazione della ricerca. Esso è stato disegnato senza tenere in dovuto conto le distinzioni canoniche tra qualità, importanza ed impatto della ricerca; e sottovalutando le difficoltà tecniche connesse all’uso degli indicatori bibliometrici. Si profila il rischio concreto di una ennesima occasione perduta per la ricerca e l’università italiana.

Alberto Baccini, professore ordinario di economia politica all’Università di Siena. È autore del volume Valutare la ricerca scientifica. Uso e abuso degli indicatori bibliometrici, Bologna, Il Mulino (2010). È uno dei redattori di www.roars.it blog collettivo dedicato ai temi dell’università e della ricerca

alberto.baccini@gmail.com

Lascia un commento

Devi essere collegato per inviare un commento.