Le competenze degli adulti

di Vittoria Gallina

Abstract: Sulla base di quali riferimenti si nominano le competenze della popolazione adulta? La risposta a questa domanda non è facile , il tema infatti  è oggetto di molti studi e di molte pubblicazioni, le questioni che il tema stesso solleva tuttavia rimandano a contesti ed ambiti disciplinari che appartengono alla psicologia, al mondo del lavoro ed alla qualità delle molte società del mondo globale. Il contributo che viene qui presentato ragiona su due punti di vista, che esprimono due diversi approcci al problema. Un approccio normativo, che le identifica per proporle ai sistemi di istruzione e formazione, e un approccio esplorativo/valutativo, che le esamina entro contesti definiti e le valuta  in relazione a bisogni e situazioni socio-culturali e lavorative. I due approcci, consentono di nominare e definire queste competenze, di arricchirne il significato e la comprensione. In questo modo è possibile affrontare anche la questione delle competenze necessarie agli adulti e quella delle competenze utili agli adulti; questa discussione non è un esercizio teorico astratto, ma un terreno problematico  di riflessione sul tema del cambiamento nel mondo attuale e sui processi, non sempre univoci e lineari, che lo accompagnano.

Vittoria Gallina, esperta in Educazione degli adulti, docente a contratto presso l’Università di Roma3 e l’università Sapienza di Roma. Responsabile per l’Italia delle due indagini OCSE sulle competenze della popolazione adulta (IALS e ALL). Autrice di saggi e articoli relativi al tema delle competenze degli adulti, collabora con Istituti di ricerca e riviste.

vgallina40@yahoo.it

Lascia un commento

Devi essere collegato per inviare un commento.