Istruzione e welfare: modelli e andamenti della spesa

di Chiara Agostini

Abstract : La diffusione dei paradigma del ‘social investment’ sociale’ e del ‘active welfare state’, insieme ai cambiamenti dei diversi sistemi di welfare europei, evidenzia la necessità di considerare l’istruzione e la protezione sociale come parte di una strategia unica per il welfare. Dopo aver mostrato le principali caratteristiche dei nuovi paradigmi di welfare, il primo obiettivo di questo saggio è  indagare come la letteratura contemporanea abbia ridefinito il rapporto tra istruzione e modelli di welfare. Il secondo obiettivo è analizzare l’evoluzione di queste politiche di settore dalla metà degli anni novanta ad oggi. Attraverso l’analisi dell’evoluzione delle spese scolastiche e sociali, il saggio indaga la presenza di processi di convergenza o divergenza tra le tendenze in atto nei diversi paesi europei.

Chiara Agostini, dottore di ricerca in Analisi delle politiche Pubbliche, è assegnista presso l’Università Statale di Milano. I suoi principali interessi di ricerca sono l’analisi comparata delle politiche di istruzione e di welfare e la governance europea negli stessi settori. Fra le sue pubblicazioni recenti: Social Services and Deviation from the Bismarckian Welfare Model in Italy: The Absence of a Nationwide Trend of Change (International Review of Sociology, 3, 2011); Gli studi sulle politiche di istruzione e di welfare: dal trade-off all’integrazione (Rivista Italiana di Politiche Pubbliche, 2, 2012); Education Policy: Comparing EU Developments and National Policies (con G. Capano) in Social developments in the EU, 2012, edited by D. Natali e B. Vanhercke); Europe 2020 and the fight against poverty: searching for coherence and effectiveness in multilevel policy arenas, (con S. Sabato e M. Jessoula Working Paper LPF 2, Centro Einaudi)

chiara.agostini@unimi.it

Lascia un commento

Devi essere collegato per inviare un commento.