People first. Rethinking educational policies in times of crisis using the capability approach

di Alejandra Boni e Begoña Arias

Abstract: All’interno del settore dell’istruzione pubblica spagnola c’è una profonda preoccupazione e forte disagio che si traduce in una serie di atti di protesta: manifestazioni, sit-in in istituti scolastici, resistenze, scioperi, ecc. che sono stati più o meno all’ordine del giorno per diversi mesi. Le ragioni di questo diffuso disagio e agitazione hanno le loro radici, in primo luogo, nei continui tagli al bilancio in materia di istruzione, a partire dal 2010 e, in secondo luogo, nelle misure politiche e legislative che vengono attuate dai governi. In questo articolo si intendono analizzare i cambiamenti che stanno avvenendo e le conseguenze di tali cambiamenti, utilizzando l’approccio delle capacità così come emerso nel settore dello sviluppo umano. Tale approccio consente di porre le persone al centro e di evincere, in modo critico, le conseguenze ingiuste delle politiche educative che vengono adottate, e le possibili alternative fondate su un diverso modello di sviluppo.

Alejandra Boni, membro del Group of Studies in Development, Universitat Politècnica de València, le sue ricerche e le sue pubblicazioni riguardano aree tematiche come etica, sviluppo umano, sviluppo, educazione, cittadinanza globale, università e sviluppo umano.

aboni@dpi.upv.es

Begoña Arias, Psicologa dell’Infanzia ed Esperta in Terapia Sistemica, è consulente indipendente nel campo della Valutazione di Progetti e Politiche Pubbliche per l’Educazione allo Sviluppo

mariasga@cop.es

Lascia un commento

Devi essere collegato per inviare un commento.